ALICE BOUVOT

Nonostante si sia allenata a Bordeaux e in Borgogna, Alice Bouvot sapeva che quando sarebbe arrivato il momento di iniziare il suo dominio, il Jura sarebbe stato il posto giusto. Nel 2004 ha iniziato da zero, acquistando una piccola cantina nel paese di Arbois e un paio di ettari di vigneto sulle colline circostanti.
Alice ora coltiva circa cinque ettari di Chardonnay, Savagnin, Poulsard, Trousseau e Pinot Noir, con partecipazioni in alcuni dei migliori lieu-dit della regione come En Curon, La Mailloche, Les Nouvelles e Les Corvées. Il lavoro in vigna è fatto a mano ed è al tempo stesso fanatico e fantastico, con l'agricoltura biodinamica utilizzata con grande efficacia per mantenere una vera biodiversità nel vigneto. Questi sono alcuni dei pacchi più belli che abbiamo visto. Dopo alcune annate magre, Alice ha dovuto guardare più lontano per sbarcare il lunario e ora raccoglie le uve presso le proprietà di amici fidati in tutta la Francia, creando una gamma altrettanto entusiasmante di vini da negoziazione.
In un buon anno, fa un numero incredibile di cuvée. Non c'è ricetta e la vinificazione è dinamica, con decisioni che vengono prese solo una volta che la frutta è stata portata in cantina, dove fermentazione, vasi ed elevage variano da parcella a parcella e da vendemmia a vendemmia, anche se nulla viene mai aggiunto in nessuna fase. È un approccio piacevolmente libero che produce vini individuali di vero carattere, il filo conduttore è una sorta di energia illimitata, dove ognuno è nutriente, delizioso ed eccitante come l'ultimo